I dati raccolti verranno trattati ai sensi del D. Lgs. 196/03. Il titolare del trattamento dati è Consultique S.p.A [privacy policy]

* Campi obbligatori

Portafoglio: quattro soluzioni per quattro profili

15/02/2016

I portafogli di Consultique: quattro asset allocation per quattro investitori con diversi profili di rischio, bisogni finanziari e orizzonti temporali. Ecco di seguito l'intervento del nostro Ufficio Studi e Ricerche pubblicato sabato 13 febbraio su Il Sole 24 Ore.

 

Orizzonte lungo e diversi obiettivi al primo impiego

IMPIEGATO
Primo contratto indeterminato, 25 anni, reddito 32 mila Euro, acquisto automobile, profilo di rischio alto.

La giovane età e l'inizio della costruzione della propria asset allocation degli investimenti passa attraverso due elementi fondamentali: l’orizzonte temporale di lungo periodo e una esigenza di spesa a breve medio termine relativo all’acquisto di un immobile proprio. Per questa allocazione è consigliabile mantenere una suddivisione ripartita quasi omogeneamente tra azionario (30%), obbligazionario (40%) e liquidità (30%). Quest’ultima componente è funzionale all’acquisto di una autovettura. L’azionario prevede scelte con un profilo aggressivo in Europa con l’indice tedesco Dax, negli Usa con il paniere tecnologico Nasdaq, in ambito globale con le small cap. Completa l’asset azionaria una fetta in emergenti, eventualmente da accumulare nel tempo. In ambito obbligazionario, la parte core (25%) va allocata nel corporate Euro e nel diversificato globale. Elementi satellite diventano l’High Yield europeo e il debito emergente, rispettivamente con un 10% e un 5%.


50mila


 

Liquidità prevalente per una serena vecchiaia

PENSIONATO
70 anni, moglie a carico, casa di proprietà, obiettivo sereno vivere e rischio basso

Un profilo di questo tipo, caratterizzato da soggetti piuttosto avanti negli anni, deve indurre a non selezionare quelli investimenti che prevedano un orizzonte temporale eccessivamente lungo. L’obiettivo principale, infatti, per una coppia di questo tipo, è la preservazione del capitale con la contestuale minimizzazione dei rischi. Basilare, quindi, allocare una ampia fetta in liquidità (60%), traducibile nella scelta di strumenti monetari della zona Euro: il conto di deposito in tal senso può essere una buona alternativa. L’altra componente di portafoglio (40%) può essere investita in un prodotto tipicamente conservativo, come la polizza di ramo 1, con sottostante una solida gestione separata. Questa tipologia di investimento consente di consolidare gli apprezzamenti di capitale, evitando la volatilità tipica dei mercati finanziari. La composizione della gestione separata è in quasi totalità di tipo obbligazionario e capace ancora di dare rendimenti più alti rispetto a quelli di mercato.


100mila
Famiglia con due figli e con scelte equilibrate

ARTIGIANO
40 anni, moglie part time, 2 figli, propensione rischio medio

Un profilo di rischio medio, caratterizzato dalla necessità di realizzare una asset allocation ben bilanciata sia nelle proporzioni da attribuire alle singole componenti, sia nella composizione interna, in particolare dell’azionario. Quest’ultimo, pesato con un moderato 20% e anche costituito da strumenti tendenzialmente difensivi. Ftse 100 (5%) e Smi (5%) sono panieri tipicamente composti da settori poco ciclici, con una volatilità inferiore a quella di mercato. L’S&P 500 copre 1’esposizi0ne azionaria negli USA in modo molto diversificato, così com’è la scelta di uno strumento globale ad alti dividendi che, normalmente, garantiscono una maggiore resistenza nelle varie fasi di mercato. La parte obbligazionaria e sovraesposta sui corporate zona Euro, alla ricerca di un buon connubio tra rischio e rendimento. Limitato il peso dell’High Yield (5%) mentre la componente flessibile può essere utile per una maggiore stabilità del portafoglio. Completa la parte obbligazionaria l’esposizione diversificata su emittenti globali. Presente anche una quota di 1iquidita “di sicurezza” pari al 15%.


200mila

Un’allocazione matura per una condizione agiata

CONSULENTE DEL LAVORO
50 anni, figlia unica, propensione rischio medio alta, casa di proprietà + casa vacanze

L’asset allocation da realizzare deve essere tendenzialmente matura, ossia deve ottemperare ad un portafoglio quasi full-invested ma al tempo stesso ben diversificato nelle sue subcomponenti. L’azionario, pari al 25%, in linea con un rischio medio alto del portafoglio, è allocato su panieri molto ampi nella composizione: 10% nel Msci Europe, 5% nell’indice guida americano S&P 500, 5% nell’indice globale Msci World e un residuale 5% nei paesi emergenti. Una parte equity quindi senza sbilanciamenti particolari, ma in grado di partecipare in linea ai risultati dell’azionario. La parte obbligazionaria trova la sua collocazione principale nell’area corporate zona Euro e nei diversificati globali, insieme, infatti, assommano a più del 50% del portafoglio e devono costituire lo zoccolo duro dell’allocazione. Marginali le quote in High Yield europeo così come per le convertibili, una asset class ibrida tra azionario e obbligazionario. Residuale la quota in liquidità, vista l’assenza di bisogni finanziari di breve/medio termine.


500mila
Portafoglio: quattro soluzioni per quattro profili
Portafoglio: quattro soluzioni per quattro profili
Pubblicazioni ed analisi

05/12/2019Plus24. Trasparenza dei costi: gli effetti di Mifid2 per i consulenti delle reti

Interessante articolo di Gianfranco Ursino sugli effetti della riduzione dei margini per i consulenti delle reti finanziarie. Pubblicato sabato 30 novembre su Plus24 de "Il Sole 24 Ore".

30/11/2019Fondi Pensione Aperti: su Plus24 de "Il Sole 24 Ore" il rating aggiornato al 31 ottobre 2019

Su "Plus24 de "Il Sole 24 Ore" di sabato 30 novembre 2019, ecco il rating aggiornato sui Fondi Pensione Aperti, elaborato dall'Ufficio Studi e Ricerche di Consultique.

25/11/2019Famiglia, tre idee per proteggerla

Su "Patrimoni & Finanza" de "Il Corriere della Sera" di lunedì 25 novembre, intervento di Giuseppe Romano di Consultique, in merito a come proteggere la famiglia dai rischi e costi.

25/11/2019Fondi Pensione Negoziali: su Plus24 de "Il Sole 24 Ore" il rating di ottobre 2019 dell'Ufficio Studi e Ricerche Consultique

Su Plus24 de "Il Sole 24 Ore" di sabato 23 novembre 2019 il rating dei Fondi Pensione Negoziali (rendimenti, costi e dati), elaborato dall'Ufficio Studi e Ricerche di Consultique
visualizza tutti
Condividi linkedin share facebook share twitter share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner