BTP Italia: conviene investire? (Novembre 2022)

11/11/2022

BTP Italia: conviene investire? (Novembre 2022)

Migliaia di investitori italiani si stanno chiedendo in questi giorni, conviene investire nella nuova emissione dei BTP Italia di novembre 2022?

Il BTP Italia è il Titolo di Stato pensato per proteggere dall’innalzamento dei prezzi i risparmiatori o investitori chiamati “retail” che potranno sottoscriverlo dal 14 al 16 novembre 2022.

Ecco alcune caratteristiche generali del nuovo BTP Italia:

  • 18° emissione e 2°solo nel 2022
  • Tasso cedolare annuo minimo garantito dell'1,60%
  • Durata 6 anni (2028)
  • Premio fedeltà pari all’8x1000 per coloro che lo acquistano all’emissione e lo detengono fino a scadenza

Il collocamento

Come avviene solitamente, il collocamento dei BTP Italia avverrà in 2 fasi distinte. La prima che si rivolge agli investitori individuali (14-16 novembre) e la seconda riservata agli investitori istituzionali che si svolgerà il 17 novembre. 

In data 11 novembre è stato pubblicato il codice ISIN per gli investitori retail: IT0005517187

La cedola

La cedola del BTP Italia viene calcolata semestralmente.

Facciamo un esempio (IMPORTANTE):

  • Se nel semestre di osservazione l’inflazione è stata pari al 5%, otterrò che la cedola verrà rivaluta al 5% e la distribuzione della rivalutazione del capitale 0,8% rivalutata del 5% + 5%. Se però nel semestre successivo l’inflazione dovesse decrescere ma rimanesse comunque positiva ad esempio ad un tasso del 4%, nel semestre successivo riceverò nuovamente una cedola rivalutata al 4% (0,8% rivalutata del 4% + 4%).

In presenza di deflazione, la cedola verrà comunque pagata (ma ovviamente non rivalutata per l’inflazione in quanto non si è verificata).

Il taglio minimo acquistabile è pari a 1.000 euro, il prezzo di emissione è di 100 euro (alla pari).

Come sottoscriverlo

Il BTP Italia si può sottoscrivere, oltre che in banca o presso l’ufficio postale, anche online in autonomia tramite il proprio home-banking. Un consulente finanziario indipendente può assistervi nella valutazione se acquistare o meno il BTP Italia ed eventualmente nella procedura di sottoscrizione.

Conviene investirci?

Scegliere di investire in questo BTP Italia rispetto ad un omologo titolo di stato non indicizzato all'inflazione risiede nelle aspettative di inflazione future del mercato. Attualmente, per i prossimi 6 anni, le aspettative di inflazione da parte del mercato sono attorno al 2,5%.

Se riteniamo che l'inflazione italiana media nei prossimi anni sarà pari o superiore al 2,5%, sarà conveniente investire ora nel BTP Italia. In caso contrario, meglio preferire un BTP non indicizzato all'inflazione.

Un BTP classico a 6 anni rende, in questo momento, il 3,50% nominale, quindi l'1% reale.

Conclusioni

Non è semplice per un investitore capire se investire o meno nel BTP Italia né quantificare quanta parte del proprio patrimonio allocare su investimenti in titoli di stato italiani. L'investimento deve essere sempre ponderato all'interno di una asset allocation e pianificazione patrimoniale complessiva che tiene conto dei diversi rischi e obiettivi dell'investitore.

Per valutare se questo strumento può essere utile da inserire all’interno del vostro portafoglio con la finalità di protezione di patrimonio, vi invitiamo a contattare un nostro consulente finanziario indipendente.

Scopri la consulenza finanziaria indipendente

Oggettività e professionalità senza conflitti di interesse.
HAI BISOGNO DI AIUTO?
Compila il form e lasciaci un messaggio.
Ti risponderemo entro 48h.