Conviene investire nel nuovo bond ENI 2023?

16/01/2023

Conviene investire nel nuovo bond ENI 2023?

Dal 16 gennaio 2023 è in collocamento il nuovo BOND ENI 2023 (Eni Sustainability Linked 2023/2028) con scadenza 5 anni e cedole di importo pari a 4,30% all’anno. L’emissione è destinata agli investitori retail (per la prima volta in 11 anni!), ha un valore complessivo massimo di 2 miliardi di euro e lotto minimo pari a 2.000 euro.

Si può aderire online fino al 20 gennaio, 27 gennaio per le adesioni fuori sede e 3 febbraio in filiale, salvo chiusura anticipata.

Il codice ISIN è IT0005521171L’obbligazione sarà inoltre quotata sul mercato telematico delle obbligazioni, ossia il MOT.

Rendimento del nuovo BOND ENI

Il titolo distribuisce annualmente delle cedole di importo pari almeno a 4,3%. L’ultima cedola sarà collegata al conseguimento di due target di sostenibilità. In caso di mancato raggiungimento di anche solo uno dei due target, il tasso di interesse pagabile nell’ultima cedola sarà incrementato dello 0,50%.

Il rendimento del titolo è superiore agli altri titoli ENI quotati.

Confronto tra bond ENI e titoli di stato italiani

Il titolo di ENI offre un rendimento a scadenza a cinque anni pari al 4,3%. Il titolo di Stato italiano offre un rendimento a cinque anni pari al 3,5%. Il maggiore rendimento lordo a scadenza dell’obbligazione ENI rispetto al titolo di Stato di fatto si riduce di molto se si valuta il rendimento netto delle due obbligazioni e le differenti aliquote di tassazione (26% vs 12,5% per i titoli di stato italiani).

Il rating di ENI è tuttavia maggiore rispetto a quello assegnato ai titoli di Stato italiani. Nello specifico il rating assegnato da Moody’s risulta pari a Baa1, il rating assegnato da S&P risulta pari a A- e il rating assegnato da Fitch è pari a A-.

Conviene investire? Conclusioni

Non è semplice per un investitore valutare se investire o meno nella nuova emissione ENI né quantificare quanta parte del proprio patrimonio allocare su questo investimento. Potrebbe essere una soluzione interessante nell’ottica di diversificazione se si è troppo esposti su determinate asset class (o emissioni governative come i titoli di stato italiani).

L'investimento deve essere sempre ponderato all'interno di una asset allocation e pianificazione patrimoniale complessiva che tiene conto dei diversi rischi e obiettivi dell'investitore.

Per valutare se questo strumento può essere utile da inserire all’interno del vostro portafoglio, vi invitiamo a contattare un nostro consulente finanziario indipendente.

Consulenza finanziaria indipendente

Non lavoriamo per nessuna banca o rete, facciamo solo i tuoi interessi.
PARLA CON UN NOSTRO ESPERTO
Compila il form e lasciaci un messaggio.
Ti risponderemo entro 48h.