Come iscriversi all'Albo OCF dei consulenti finanziari nel 2022

13/01/2022

Come iscriversi all'Albo OCF dei consulenti finanziari nel 2022

 

  1. Cos’è l’OCF
  2. Cosa fa il consulente finanziario: le tipologie
  3. Requisiti per diventare un consulente finanziario
  4. L’esame OCF
  5. Delibera di iscrizione
  6. Aggiornamento professionale

Il ruolo del consulente finanziario è sempre più importante nel panorama finanziario italiano. La crescita degli iscritti alle sessioni d’esame OCF rappresenta una richiesta sempre maggiore di persone che sognano di intraprendere questa professione. Ci sono però delle informazioni da conoscere assolutamente prima di iniziare questo percorso di carriera.

1. Cos'è l'OCF

L’OCF è l’Organismo di vigilanza e tutela dell’Albo Unico dei Consulenti Finanziari. A dicembre 2018 ha sostituito il “vecchio” Albo dei promotori finanziari tenuto da CONSOB, includendo anche 2 nuove sezioni dedicate ai consulenti finanziari indipendenti e alle società di consulenza finanziaria (SCF).

L’Albo OCF è diviso i 3 sezioni:

  • Consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede (ex promotore finanziario)
  • Consulenti finanziari autonomi (indipendente)
  • Società di consulenza finanziaria (indipendente)

Una volta superato l’esame OCF, un aspirante consulente finanziario dovrà decidere a quale sezione dell’Albo iscriversi e quindi scegliere il tipo di professione più in linea con le proprie aspirazioni.

2. Cosa fa il consulente finanziario: le tipologie

Il ruolo del consulente finanziario è quello di aiutare i risparmiatori a pianificare le risorse finanziarie ai fini del raggiungimento degli obiettivi di vita. Gli obiettivi di vita possono essere vari, dall’acquisto di una casa, alla retta universitaria dei figli, alla rendita desiderata da una certa data in poi e così via. Le attività principali di un consulente finanziario sono:

  • Analisi della situazione finanziaria del cliente
  • Pianificazione finanziaria per obiettivi
  • Monitoraggio degli investimenti
  • Pianificazione previdenziale e assicurativa

Il servizio principale che viene offerto dal consulente finanziario è determinato dalla sezione dell'Albo al quale è iscritto.

Il consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede (ex promotore finanziario) si occupa di collocare i prodotti del proprio istituto di credito (oppure i prodotti con il quale la banca ha accordi commerciali) e di promuovere i suoi servizi. E’ inquadrato come agente monomandatario che risponde direttamente a un solo istituto di credito che prende decisioni in merito alla politica commerciale che vuole adottare (banca, rete commerciale, SIM).

Il consulente finanziario indipendente (o autonomo) offre invece esclusivamente il servizio di consulenza e pianificazione finanziaria che può includere anche tutti gli aspetti del patrimonio del cliente (previdenziale, assicurativo, immobiliare…). Non lavora infatti per nessuna banca o rete.

3. Requisiti per diventare un consulente finanziario indipendente

Il requisito professionale vale per tutte e 2 le tipologie di consulente finanziario: è infatti necessario un diploma di studi quinquennale e aver già superato la prova valutativa per l’accesso all’Albo.

I consulenti finanziari indipendenti (o autonomi) devono rispettare anche i seguenti requisiti:

Requisito di indipendenza

Come indicato nell’art. 5 del D.M. n. 206/2008:

“Non possono essere iscritti all’Albo i soggetti che intrattengono rapporti, diretti o indiretti, tali da condizionare l’indipendenza di giudizio nella prestazione della consulenza in materia di investimenti. Per la prestazione di consulenza in materia di investimenti gli iscritti all’Albo (nella sezione dei consulenti finanziari autonomi) non possono percepire alcuna forma di beneficio da soggetti diversi dal cliente al quale è reso il servizio.”

Requisito organizzativo:

Ai fini dell’iscrizione all’Albo è necessario stilare un programma di attività dove andranno specificati i contenuti del servizio di consulenza prestato, la struttura organizzativa e le procedure adottate per l’adempimento degli obblighi previsti dalla normativa. Questo documento non è un semplice “Business plan” ma un documento completo di circa 80 pagine. L’indice degli argomenti richiesti nella relazione sul programma di attività e sulla struttura organizzativa dei CF autonomi che svolgono l’attività in proprio si può consultare sul sito dell'Organismo OCF

Data l’elevata personalizzazione del documento, consigliamo di avvalersi di un supporto specifico all'iscrizione all'Albo e start-up dell'attività.

Requisito patrimoniale:

Prima dell’iscrizione all’Albo è necessario aver già stipulato la polizza assicurativa a copertura della responsabilità civile. E’ possibile ottenere uno sconto annuo al momento della sottoscrizione.

Rispettati tutti i requisiti, è possibile inviare domanda di iscrizione all’Albo OCF nella sezione dei consulenti finanziari autonomi tramite il portale dell'Organismo.

4. L'esame OCF

Per diventare un consulente finanziario è necessario superare un esame (o prova valutativa OCF) che è indetto dall’OCF ogni mese dell’anno, ad esclusione dei mesi di gennaio e agosto. L'unico requisito per sostenere l'esame da consulente finanziario è avere un diploma quinquennale. Non è richiesta la laurea. L’esame è uguale per tutti i consulenti finanziari, infatti una volta superato si potrà decidere a quale sezione dell’Albo iscriversi. 

Da settembre 2020, a causa della pandemia, si tiene a distanza in modalità online. I posti sono limitati, se avete intenzione di sostenere la prova nei prossimi mesi, vi consigliamo di prenotare il posto al più presto alla prima data d'esame disponibile. L’esame non ha scadenza e si può ripetere quante volte si vuole.

Leggi: "Come superare l’esame OCF in tempi brevi".

5. Delibera di iscrizione

All’interno del portale OCF è possibile ricercare per nome i consulenti finanziari e verificare in quale sezione dell’Albo sono stati iscritti con delibera.

Per verificare se un consulente finanziario o una società sia autorizzata a prestare il servizio di consulenza occorre però fare un’ulteriore precisazione che varia da sezione a sezione.

  • Consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede (ex promotore finanziario): devono essere iscritti e avere un mandato attivo, ovvero lavorare per un intermediario finanziario. Se sul profilo del consulente finanziario non è indicato nessun intermediario oppure il rapporto si è già concluso (indicato con data), il consulente non è autorizzato a fornire consulenza fuori dagli uffici della banca/rete.
  • Consulenti finanziari autonomi (indipendente): è necessaria la sola iscrizione
  • Società di consulenza finanziaria (indipendente): è necessaria la sola iscrizione

6. Aggiornamento professionale

Tutti i consulenti finanziari devono effettuare l’aggiornamento professionale di 30 ore per mantenere la loro iscrizione in OCF. Per quanto riguarda i consulenti finanziari indipendenti (o autonomi), deve essere completata entro 12 mesi dalla data di delibera. La piattaforma dove completare le ore viene fornita dalle associazioni di categoria: NAFOP (per i consulenti finanziari autonomi) e ASSOSCF (per le società di consulenza finanziaria).

Hai già superato l'esame OCF?

Iscriviti all'Albo come consulente finanziario autonomo in tempi brevi

Piattaforma per i consulenti finanziari indipendenti

Seleziona i migliori strumenti esistenti sul mercato e gestisci al meglio la tua clientela

HAI BISOGNO DI AIUTO?
Compila il form e lasciaci un messaggio.
Ti risponderemo entro 48h.